L’assegno sociale

Tra le varie agevolazioni che vengono fatte ai cittadini italiani che si trovano in  difficoltà, sicuramente l’assegno sociale è una delle più importanti e rientra nei piani di politica sociale proposte dallo Stato.

Quando si parla di questi sussidi o di pagamenti come il TFR( trattamento di fine rapporto), per avere maggiori informazioni clicca qui, è sempre importante conoscere perfettamente di cosa si parla e quali sono le modalità per le richieste.

Cos’è l’assegno sociale

Per assegno sociale s’intende una specifica prestazione economica che viene erogata ai cittadini sia italiani sia stranieri che presentino delle difficoltà economiche e un reddito inferiore a quelle che sono le soglie previste dalla legge del 1 gennaio del 1996.

Questo, dopo la riforma Fornero è rivolto a tutti quei cittadini che hanno un’età di 66 anni e 7 mesi.

Per poter ricevere l’assegno sociale è importante che i cittadini siano iscritti all’anagrafe nel Comune di residenza, mentre i cittadini extracomunitari devono presentare quello che il loro permesso di soggiorno.

Come funziona l’assegno sociale

Dopo la presentazione e l’accettazione della domanda il pagamento dell’assegno viene effettuato  il primo giorno del mese successivo alla domanda.

L’importo dell’assegno si attesta su 453,00 mensile per tredici mensilità e questo viene rilasciato in misura intera a tutti i soggetti non coniugati che non hanno reddito o che sia inferiore a  5.889,00, mentre per un soggetto coniugato e con famiglia il reddito annuo di  11.778,00 euro.

L’assegno è provvisorio e vengono effettuati ogni anno svariati controlli da parte del Comune per quello che riguarda la residenza.

Una delle carattestiche dell’assegno sociale è che questo non è soggetto a quelle che sono le varie trattenute IRPEF.

Ci sono alcuni casi in cui l’assegno sociale può essere sospeso, il primo caso è quando il titolare soggiorna all’estero per un periodo superiore ai 30 giorni e dopo un anno di sospensione  questo viene revocato.

La domanda per l’assegno 2018 deve essere presentata principalmente in modalità telematica, utilizzando come canale principale il sito internet dell’INPS e quindi accedere all’area riservata.

E’ possibile essere guidati nella domanda attraverso l’utilizzo del contact center o farsi aiutare dai vari patronati  e intermediari dell’INPS presenti .

I documenti che vanno presentati all’INPS per la domanda di  assegno sociale sono:

  • L’autocertificazione dei dati personali
  • Dichiarazione della situazione del reddito
  • Dichiarazione di responsabilità per quello che riguarda  un eventuale ricovero in ospedale la cui retta deve essere a carico dello Stato Italiano
Senza categoria