Indicatori di peso: uno strumento dalle molteplici funzioni

Gli indicatori di peso digitali sono sistemi elettronici con lo scopo di indicare in maniera facilmente identificabile i dati rilevati da una o più celle di carico, così da permetterne la facile lettura a più operatori contemporaneamente: si può dunque affermare che gli indicatori di peso sono un elemento fondamentale di un sistema elettronico di pesatura tanto quanto le celle di carico, dato che dove queste ultime sono essenziali per misurare il peso, i primi lo sono per rendere fruibile quello stesso dato.

Per importante che sia questa funzione, tuttavia, non è l’unica ricoperta dagli indicatori di peso digitali; dove il resto dei prodotti del settore si è evoluto negli anni da un punto di vista di affidabilità e prestazioni, permettendo pesature sempre più precise e ripetibili, e miniaturizzando anche celle per pesi elevatissimi, gli indicatori di peso hanno avuto un’evoluzione tecnologica mirata all’ampliamento delle loro funzioni. Oggi, di fatto, gli indicatori di peso sono assimilabili a delle semplici PLC, perchè possono essere programmati per interagire con i macchinari industriali ai quali vengono collegati e regolarne in parte il comportamento – ad esempio fermandoli, o attivando un dispositivo di eliminazione, nel caso rilevino un prodotto dal peso errato.
Oltre a questo, gli indicatori di peso possono essere collegati, come dicevamo, a diversi dispositivi:

– l’esempio base è ovviamente quello di un collegamento fra indicatori di peso e celle di carico. Queste ultime generano una corrente di intensità dipendente dal peso che rilevano, e gli indicatori la traducono in un valore numerico di immediata lettura;

– gli indicatori di peso possono però anche essere collegati a dei dispositivi di stampa; questo permette all’operatore, a richiesta, di ottenere la stampa su copia fisica del peso rilevato in un dato istante, permettendo così il tracciamento delle misurazioni lungo un periodo di tempo;

– e per finire, un’altra possibile connessione è quella fra gli indicatori di peso e un PC, tramite una vasta serie di connettori diversi. Questo permette una trasmissione dati molto completa, che comprende oltre al peso anche lo stato relativo; il formato dati varia da modello a modello, ma l’utilità rimane costante, date le superiori possibilità di archiviazione e elaborazione dati che tale tipo di trasferimento dati mette a disposizione degli operatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *