Funerali eclatanti: il caso di Cisterna di Latina

Funerali eclatanti: il caso di Cisterna di Latina

Negli ultimi tre mesi abbiamo avuto modo di assistere diversi funerali celebri nel cuore di Roma e della sua provincia. Ciò che ti ha colpito l'utente del web, che quotidianamente legge le varie news, sono stati senza ombra di dubbio servizi cimiteriali, considerati in un certo qual modo eccellenti. I punti di riferimento sono state celebrazioni riservate ai personaggi noti, ma anche quelle dedicate a caso di Cisterna Latina.

Funerali e servizi cimiteriali

Come abbiamo accennato all'inizio del nostro articolo, negli ultimi mesi gli utenti del web sono stati colpiti dei servizi cimiteriali riservati a personaggi noti appartenente al mondo dello spettacolo romano, oltre che le celebrazioni riservate alle vittime di alcune degli ultimi casi di cronaca nera. Il primo riferimento spontaneo è appunto il funerale di Fabrizio Frizzi. Gli utenti dei social, che hanno dedicato anche un solo post al conduttore italiano e voce del doppiaggio per il cartone animato Disney Toy Story, hanno definito la funzione semplice, non particolareggiata da vari ghirigori, sostanzialmente un funerale dignitoso, con servizi cimiteriali leggeri.

Cisterna di Latina, il funerale di Martina e Alessia

In questo ultimo mese e mezzo a far discutere è stato anche l'eclatante caso di cronaca nera riservato alla morte delle due bambine Alessia e Martina. Le ragazzine sono state uccise dal padre, un carabiniere napoletano, il quale inizialmente aveva tentato di strappare la vita anche alla moglie Antonietta. Nonostante la gravità delle sue condizioni di salute, Antonietta attualmente è in fase di riabilitazione anche se non ha ancora lasciato l'ospedale.

Il suo stato fisico però ha impedito la donna di partecipare ai funerali delle due figlie di 8 e 13 anni, Alessia e Martina. Anche questo il popolo del web ha voluto riservare la sua attenzione su quelli che sono stati servizi cimiteriali dedicati alle due bambine. L'opinione pubblica però si è divisa in due, in molti non hanno accettato la volontà del parroco di celebrare la funzione organistica all'interno della chiesa, per il semplice motivo che non avrebbe permesso a molte persone di poter andare in modo corretto il saluto alle due vittime. Differentemente la tua fetta di pubblico, sempre attraverso il web, ha voluto fare arrivare i propri complimenti al parroco che si è occupato della funzione che, nonostante l'attenzione mediatica, ha deciso di celebrare il funerale all'interno della chiesa, perché questo è stato considerato un luogo di appartenenza delle due bambine che da anni frequentano il catechismo.

Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *