Come procedere quando il proprio computer ha bisogno di una riparazione?

Come procedere quando il proprio computer ha bisogno di una riparazione?

Innanzitutto è necessario distinguere tra un mac e un cmputer con windows. I mac hanno un sistema operativo molto diverso da Windows, è più stabile ma anche molto chiuso. Nel secondo, inceve, i problemi posso essere causati da numerosi fattori diversi: un aggiornamento non riuscito, un programma che va in conflitto con un altro, driver non aggiornati, una chiusura non corretta. Insomma, riparare un problema software su Windows per un centro assistenza è all’ordine del giorno, mentre un po’ più raro per i Mac.

Dal punto di vista hardware invece ci sono molte somiglianze, ad esempio sostituire un hard disk guasto è, bene o male, simile su tutte e due le tipologie di computer. A volte però i Mac hanno bisogno di cacciaviti particolari o tool appositi. Per aprire ad esempio un imac bisogna avere delle particolari ventose, e per sostituire una batteria spesso c’è bisogno di un cacciavite triangolare.

Per aprire la maggior parte dei PC Windows, invece, bastano solo cacciaviti tradizionali. Per quanto riguarda i ricambi Apple, c’è da dire che spesso trovarli originali è un’impresa difficile, infatti Apple distribuisce i propri ricambi solo ai centri assistenza autorizzati, e quando si trovano hanno costi esorbitanti. Una differenza che quindi salta subito all’occhio è che riparare un Mac costa molto di più rispetto a un PC Windows.

Il sistema operativo dovrebbe essere aggiornato spesso, per tutti i sistemi operativi, molti problemi possono essere risolti aggiornando il software. Per i Mac, è sempre consigliabile fare gli aggiornamenti automatici, se si desidera invece fare gli aggiornamenti stand alone è bene leggere attentamente la descrizione dei download per determinare se sono compatibili con il sistema in uso. Anche per Windows è consigliabile attivare gli aggiornamenti automatici che ci vengono richiesti. E’ consigliabile per tutti e due i sistemi operativi accertarsi di scaricarli utilizzando una rete wifi, e lasciar poi installare il tutto senza spegnere il computer e collegarsi alla rete elettrica per evitare che durante il processo si scarichi l’eventuale batteria.

Per aggiornare un Mac, è necessario andare sull’App Store e cliccare su Aggiornamenti nella barra degli strumenti. Se ci sono aggiornamenti disponibili verranno proposti, quindi bisogna cliccare sul pulsante “Aggiorna”.

Per Windows invece bisogna andare sul pannello di controllo e cercare la voce “Windows Update”, effettuare la ricerca degli aggiornamenti e successivamente anche qui cliccare sul pulsante “Installa aggiornamenti”, distinguendo quelli importanti da quelli facoltativi.

A volte, su PC troppo vecchi, non è consigliabile effettuare aggiornamenti e passaggi a sistemi operativi recenti. Gli aggiornamenti spesso appesantiscono il sistema, per non parlare magari di compatibilità di programmi già installati o periferiche, come ad esempio stampanti che non vengono più supportate.

A volte però, se non si hanno problemi di compatibilità di programmi e periferiche, basta sostituire l’hard disk tradizionale e mettere un hard disk SSD, e magari anche aggiungere un po’ di ram per dar nuova vita a un PC con un po’ di anni alle spalle.

Come ottimizzare un pc lento?

Per l’ottimizzazione lato hardware è consigliato l’upgrade ad un Hard disk ssd e l’aggiunta di ram. Per quanto riguarda il lato software, per Mac ci sono dei programmi come OnyX, Yasu e CleanMyMac che si occupano di liberare spazio sull’hard disk, disinstallare le applicazioni che non si riescono a rimuovere con la procedura di disinstallazione standard, cancellare la cache di sistema, riparare i permessi e compiere altre piccole operazioni di manutenzione per velocizzare il sistema operativo.

 

 

Funerali eclatanti: il caso di Cisterna di Latina

Funerali eclatanti: il caso di Cisterna di Latina

Negli ultimi tre mesi abbiamo avuto modo di assistere diversi funerali celebri nel cuore di Roma e della sua provincia. Ciò che ti ha colpito l'utente del web, che quotidianamente legge le varie news, sono stati senza ombra di dubbio servizi cimiteriali, considerati in un certo qual modo eccellenti. I punti di riferimento sono state celebrazioni riservate ai personaggi noti, ma anche quelle dedicate a caso di Cisterna Latina.

Funerali e servizi cimiteriali

Come abbiamo accennato all'inizio del nostro articolo, negli ultimi mesi gli utenti del web sono stati colpiti dei servizi cimiteriali riservati a personaggi noti appartenente al mondo dello spettacolo romano, oltre che le celebrazioni riservate alle vittime di alcune degli ultimi casi di cronaca nera. Il primo riferimento spontaneo è appunto il funerale di Fabrizio Frizzi. Gli utenti dei social, che hanno dedicato anche un solo post al conduttore italiano e voce del doppiaggio per il cartone animato Disney Toy Story, hanno definito la funzione semplice, non particolareggiata da vari ghirigori, sostanzialmente un funerale dignitoso, con servizi cimiteriali leggeri.

Cisterna di Latina, il funerale di Martina e Alessia

In questo ultimo mese e mezzo a far discutere è stato anche l'eclatante caso di cronaca nera riservato alla morte delle due bambine Alessia e Martina. Le ragazzine sono state uccise dal padre, un carabiniere napoletano, il quale inizialmente aveva tentato di strappare la vita anche alla moglie Antonietta. Nonostante la gravità delle sue condizioni di salute, Antonietta attualmente è in fase di riabilitazione anche se non ha ancora lasciato l'ospedale.

Il suo stato fisico però ha impedito la donna di partecipare ai funerali delle due figlie di 8 e 13 anni, Alessia e Martina. Anche questo il popolo del web ha voluto riservare la sua attenzione su quelli che sono stati servizi cimiteriali dedicati alle due bambine. L'opinione pubblica però si è divisa in due, in molti non hanno accettato la volontà del parroco di celebrare la funzione organistica all'interno della chiesa, per il semplice motivo che non avrebbe permesso a molte persone di poter andare in modo corretto il saluto alle due vittime. Differentemente la tua fetta di pubblico, sempre attraverso il web, ha voluto fare arrivare i propri complimenti al parroco che si è occupato della funzione che, nonostante l'attenzione mediatica, ha deciso di celebrare il funerale all'interno della chiesa, perché questo è stato considerato un luogo di appartenenza delle due bambine che da anni frequentano il catechismo.

Celle di carico Pavone Sistemi Srl

Celle di carico Pavone Sistemi Srl

Le celle di carico di Pavone Sistemi srl sono dei componenti elettronici noti anche come trasduttori e sono impiegati per poter misurare la forza che viene applicata su un qualsiasi oggetto, solitamente su un componente meccanico. Dalla forza impiegata è possibile risalire al peso dell'oggetto che esercita tale forza. Il principio che sta alla base permette quindi di trasmettere un segnale in proporzione al peso applicato che si traduce, alla fine, in un numero.

Questo è possibile grazie agli estensimetri che sono in grado di tradurre la deformazione meccanica che il materiale subisce attraverso la variazione di resistenza elettrica.

Queste celle sono molto utili nella pesatura e il loro impiego spazia dai microgrammi alle tonnellate.

Varietà celle di carico Pavone e campi di applicazione
A seconda delle necessità, sono molteplici i campi in cui è possibile utilizzare le celle di carico:

– Celle di carico a Compressione
Il dispositivo per antonomasia nel campo della pesatura industriale, ottime per la pesatura di silos di grandi dimensioni.

– Celle di carico a Trazione
Ideali per pesature sospese per via delle grandi dimensioni dell'oggetto. Utili nel settore dell'industria e per quei carichi che non è possibile poggiare.

– Celle di carico a Taglio
Fortemente utilizzate per la pesatura di serbatoi di miscelazione grazie all'insensibilità dei carichi laterali. Garantiscono precisione anche con pesate non perfettamente statiche.

– Celle di carico a Doppio Taglio
Come le precedenti ma consigliate in caso di pesi elevati grazie a qualità come robustezza e compattezza.

– Celle di carico Off Center
Conosciute anche come single point, sono ideali per la pesatura di oggetti non perfettamente posizionati al centro della cella. Ideali per essere impiegate in settori quali packaging alimentare e bilance monocella.

– Celle di carico a Flessione
Conosciute anche come celle a soffietto, sono utilizzate nella misurazione di tramogge, piccoli serbatoi, nastri e piattaforme. Hanno diversi campi di applicazione e garantiscono performance elevate.

– Celle di carico a Perno
Pensati per la misurazione di forze di sollevamento per via della mancanza di appoggio come carri ponte, argani e paranchi.

– Celle di carico per alte temperature
Ideali per situazioni con temperature che si aggirano tra i duecento e i trecento gradi centigradi.

– Celle di carico anulari toroidali
Vengono utilizzate per controllare la tesatura di tiranti e bulloni relative a chiodature nella roccia o nel terreno.

– Celle di carico universali
Molti utili quando si devono misurare forze di senso opposto come compressione e trazione.

– Celle di carico BLH Nobel
Offrono il meglio nella misurazione del peso di sili, bin e serbatoi.

Questa varietà di prodotti permette una pesatura in molteplici campi, tra cui:

– Misurazione di sforzi meccanici
– Misurazione di spinta gallerie del vento
– Rilevazione peso per navi, vagoni e autocarri
– Rilevazione del peso per auto, banco revisione auto e banco di prova
– Rilevazione del peso per serbatoi e tramogge
– Rilevazione di carichi su funi
– Pesatura gru e grandi scale

Tutte le celle di carico Pavone si contraddistinguono per la loro enorme semplicità di installazione, l'elevata precisione e le molteplici certificazioni che ne sanciscono qualità e affidabilità, per ulteriori informazioni fare riferimento al sito www.pavonesistemi.it

Ferramenta? Il cliente è donna

Ferramenta? Il cliente è donna

Il ferramenta non è più un negozio ad esclusivo appannaggio dell’uomo; sempre più spesso il cliente in ferramenta è donna, perché aumenta la propensione delle donne a dedicarsi ai piccoli lavori di casa. La presenza declinata al femminile del cliente-tipo in ferramenta spinge i gestori a cambiare anche l’aspetto e allestire il punto vendita in modo più organizzato e luminoso. I grandi centri commerciali e punti vendita specializzati (come Tecnoferr) sono sempre più donna friendly, alcuni ferramenta a Roma, per esempio, prevedono anche degli spazi per l’attrezzistica riservata a lavori prettamente femminili (come il macramè o le decorazioni) e all’oggettistica in genere.

I dati sulla clientela femminile in ferramenta

Nell’ultimo decennio – complice anche la crisi finanziaria – le donne costituiscono quasi il 50% del totale dell’utenza, perché il fai-da-te per alcuni lavori domestici leggeri contribuisce al risparmio in casa soprattutto legato alla capacità femminile di allestire con gusto e con materiali poveri qualsiasi ambiente domestico. Inoltre, le donne sempre più indipendenti – per necessità o per scelta – hanno raggiunto livelli di conoscenza tecniche anche per gli aspetti più “maschili” dalla falegnameria alla serramentistica, all’idraulica; da recenti sondaggi emerge che:

  • Il 74% delle donne si dichiara in grado di imbiancare casa;

  • Il 59% svolge regolarmente attività di petit bricolage;

  • Il 25% dichiara di saper svolgere anche impegnativi lavori di muratura.

Decoupage e giardinaggio sono, però, le voci in cui le donne riescono meglio sia per una maggiore sensibilità e predisposizione d’animo che per l’abilità manuale e di precisione richiesta in alcune attività specifiche di lavori domestici.

Gli ambiti e le competenze femminili in ferramenta

Le donne devono saper fare spesso di “necessità virtù” e per questo le donne in ferramenta non si limitano a chiedere ciò di cui sono esperte, ma giungono informate e preparate anche su tecniche più specifiche fino a subentrare alla figura maschile quando quest’ultimo non riesce più ad occuparsi o dedicarsi ai lavori di casa.

Le competenze delle donne si estendono verso il settore edile anche a livello professionale importante: molte donne gestiscono aziende edili di ristrutturazione. Le preferenze di acquisto delle donne variano molto in base all’ambito del lavoro domestico da fare e alle tipologie merceologiche:

  • Feltrini, lampadine a basso consumo energetico, filtri per rubinetti, batterie e lubrificanti;

  • Oggettistica e decorazioni per la casa;

  • Utensili ed elettroutensili, accessori per il mobilio e il montaggio;

  • Vernici  e idropitture;

  • Prodotti per la pulizia della casa e tendaggi.

I sondaggi sui rivenditori in merito alla loro percezione sulla preparazione tecnica delle donne in ferramenta rivelano che le donne sono ben preparate anche in materia normativa e non richiedono l’assistenza del venditore ad eccezione di alcuni ambiti come le vernici. Le donne, invece, poco preparate o inesperte non rifiutano i consigli dei rivenditori per finalizzare l’acquisto e si rivelano, comunque, molo esigenti sia sulla chiarezza delle informazioni sia sulla qualità dei prodotti, sebbene non perdano mai di vista il risparmio alla costante ricerca dell’equilibrio tra prezzo e qualità.